martedì 25 ottobre 2016

Cina, salvati due elefanti con il loro cucciolo: erano intrappolati in una fossa da 48 ore/VIDEO



Tre elefanti selvatici erano rimasti bloccati in un serbatoio in Cina sud-occidentale provincia dello Yunnan.
Rimasti intrappolati nella fossa utilizzata per la raccolta dell'acqua piovana. I soccorsi sono stati ostacolati dal loro branco, ben quattordici esemplari, che aveva circondato la fossa dove il piccolo elefante asiatico rischiava di annegare a causa dell'innalzarsi del livello dell'acqua fangosa. Quando finalmente le autorità sono riuscite ad attirare i pachidermi nella foresta, le escavatrici hanno demolito il bacino permettendo la fuoriuscita dell'acqua e la liberazione dei tre elefanti.




Sogno, il primo cane ad entrare in Parlamento/VIDEO



Lui é Sogno ed è il primo cane a entrare in Parlamento. Al guinzaglio della sua padrona, l'onorevole Michela Vittoria Brambilla, ex ministro di Forza Italia e presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, il meticcio è il simbolo della protesta contro la riforma costituzionale che non ha tenuto conto della tutela degli animali domestici.
E' entrato scodinzolando e tutto impettito alla Camera dei deputati, Sogno, in rappresentanza dell'oltre 43% di famiglie italiane che ospitano nella loro casa un animale da compagnia, per chiedere maggiore tutela.

Tema, questo, - come denuncia Michela Vittoria Brambilla, - non affrontato nella riforma costituzionale e argomento che il governo sembra trattare nel verso contrario, rispetto agli altri Paesi europei. Come? Depotenziando il valore della biodiversità abolendo il corpo forestale e depenalizzando alcuni reati contro gli animali.



lunedì 24 ottobre 2016

Due Pit Bull fanno da mamma a tre gattini ciechi/GUARDA


Quando Helen, un gatto di sette anni, e i suoi due fratellini di 10 settimane, Bruce e Willis, sono arrivati al rifugio Faithful Friends Society a Wilmington, nel Delaware, avevano gravi problemi alla vista: Helen aveva un grave glaucoma, mentre i suoi due fratellini avevano gli occhi ulcerati, sporgenti e infettati.

Non c’erano altre soluzioni: rimuovere loro gli occhi per dare loro la possibilità di vivere una vita normale e senza dolore. Gli interventi sono andati bene, ma i tre mici avevano grandi difficoltà ad adattarsi alla nuova vita nel buio. 


«Helen era molto dolce, ma in gran difficoltà al gattile» racconta all’Huffington Post Sherry Stewart, volontaria della Faithful Friends Society che ha accolto in stallo negli anni più di 80 animali. «Sapevo di poter dare loro almeno un posto temporaneo che potesse essere una casa e dove lei potesse riprendersi e imparare a vivere la sua nuova condizione di non vedente». E non si è fermata qui: Stewart ha deciso di prendere in affido anche Bruce e Willis.



I tre nuovi inquilini però hanno trovato una nuova famiglia pelosa ad attenderli: sono Alfie e Frankie, i due Pit Bull che vivevano già con la Stewart.



Alfie, un esemplare grigio con le orecchie a punta, è stato trovato nel 2012, chiuso in un capannone e quasi morto di fame. Una condizione fisica così precaria da essere messo in lista per l’eutanasia, ma la Stewart ha deciso di salvarlo portandoselo a casa. «Ho preso Alfie e l’ho messo sul sedile posteriore della mia auto con mia figlia. Ha alzato lo sguardo verso di lei, le ha dato un bacio e abbiamo saputo subito che sarebbe stato dei nostri», racconta.


Da allora Alfie si è dedicato a sdebitarsi per il suo salvataggio, diventando un cane da pet therapy certificato. Anche Frankie viene da un salvataggio. Così entrambi sono diventati le “badanti” degli animali in stallo, soprattutto nel caso dei tre gattini.



«Si sono comportate come mamme surrogate - dice la Stewart -. Sembravano aver intuito che questi gatti hanno bisogno di po’ di incoraggiamento in più». E così è stato: grazie a questo clima di affetto e amore, i tre sono come rinati a tal punto che Alfie dorme anche sulla schiena dei Pit Bull usandoli come morbidi materassi. 



Helen è diventata una meravigliosa gatta non vedente: fa tranquillamente le scale e capisce dove stanno le cose. Il suo recupero è in parte dovuto ai cani della Stewart: «All’inizio Helen era un po’ nervosa con lui, ma lui è stato tenace e paziente e alla fine l’ha conquistata. - racconta la Stewart -. Dividono i pasti, giocano e fanno i loro pisolini insieme. In un breve periodo di tempo fra loro si è instaurato un rapporto molto speciale».

La storia dell’Hachiko siberiano:il cane che da oltre un anno attende il padrone morto/LEGGI


Il Daily Mail riporta la storia di un quattrozampe russo che ha atteso sul ciglio della strada in Siberia per più di un anno dopo che il suo padrone è morto tragicamente in un incidente a Berkut, nei pressi di Yalutorovsk nella regione di Tyumen Oblast, nella zona centro-meridionale della Russia. Il cane ha sfidato il gelo e la neve di quella che è una delle aree più fredde della Terra, dove le temperature scendono regolarmente sotto i 5°, nella speranza di veder tornare il suo proprietario. Diversi sono stati gli amanti della fauna e i semplici passanti che l’hanno invitato ad andar via con loro, ma l’animale ha sempre rifiutato di lasciare quel luogo, tanto da essere ribattezzato l’Hachiko Siberiano, in onore dell’Akita Inu bianco giapponese che per quasi dieci anni dalla morte del suo padrone è tornato ogni giorno alla stazione ferroviaria dopo l’uomo lo lasciava per attendere con pazienza fino alla fine della giornata, pronto ad accoglierlo al suo ritorno.


Il fedele cane siberiano ha cominciato a fare la sua apparizione in quella zona della Siberia dall’autunno del 2014, quando la gente ha iniziato a notarlo che camminava sul ciglio della strada. In molti hanno cercato di avvicinarlo, ma l’animale ha sempre rifiutato ogni forma di contatto. A quel punto, qualcuno ha cominciato a lasciargli del cibo. C’è anche chi ha deciso di costruirgli una cuccia sul ciglio della strada, ma un camion l’ha centrata in pieno distruggendola. Fortunatamente l’animale non era dentro al momento dell’incidente. “Non siamo stati in grado di avvicinare l'animale in nessun modo, sembra che il suo unico obiettivo sia quello di rivedere il suo precedente proprietario, ma per quanto ne sappiamo non è sopravvissuto all'incidente d'auto. Vogliamo invitare le persone a non disturbarlo, perché siamo preoccupati che potrebbe finire sotto una macchina se si spaventa” ha detto l’attivista Anastasia Selina. Nel frattempo è stata già avviata una campagna con l’obiettivo di trovare una casa per il cane.



domenica 23 ottobre 2016

Usa, due scimpanzè amici inseparabili: giorno e notte mano nella mano/VIDEO



Chi trova un amico trova un tesoro. Lo sanno bene Terry e Jeannie, i due scimpanzè che si sono conosciuti grazie all'organizzazione no profit Save the Chimps. In un video i due animali sono ripresi mentre si tengono per mano e non si lasciano più, neanche quando mangiano o dormono: semplicemente cambiano la mano, assicurandosi di non perdere mai il contatto.
Terry ha vissuto per 18 anni in isolamento nello zoo di Las Vegas prima di essere stato salvato dall'organizzazione no profit e di trovare un amico con cui condividere le giornate. Per gli scimpanzè le interazioni sociali sono essenziali per vivere serenamente e queste immagini lo dimostrano.




Dindin il pinguino, ogni anno nuota per 8mila chilometri per ritrovare l'uomo che l'ha salvato


Si chiama Dindin, e ogni anno percorre 8mila chilometri per raggiungere l'uomo che gli ha salvato la vita. Lui è un pinguino di Magellano, che nel 2011, ancora cucciolo, fu trovato, ricoperto di catrame, in fin di vita tra gli scogli di una spiaggia brasiliana da Joao Pereira de Souza, 71enne pescatore e muratore in pensione che vive in un villaggio a poca distanza da Rio de Janeiro. L'uomo lo salvò ripulendolo e nutrendolo, e da allora tra i due si è instaurata un'amicizia particolare.
Ogni anno, infatti, Dindin nuota per 8mila chilometri per tornare dal suo amico e salvatore. "Lo amo come fosse mio figlio - ha raccontato il pescatore a Globo TV - e credo che anche per lui sia lo stesso. A nessun altro è permesso di toccarlo. Lui becca chiunque ci provi, mentre a me permette di tenerlo in grembo e dargli da mangiare".

Il 71enne ha spiegato che, dopo aver salvato il pinguino, Dindin "E' rimasto con me per undici mesi; poi, dopo aver cambiato il piumaggio, è scomparso". Qualche mese dopo, però, è tornato, e da allora trascorre 8 mesi l'anno con Joao e il resto del tempo con i suoi simili.

Secondo il biologo Joao Paulo Krajewski, autore dell'intervista al pescatore per Globo TV, ha spiegato di non aver mai visto un comportamento simile in un pinguino: "Credo - ha detto - che Dindin consideri Joao parte della sua famiglia e, probabilmente, lo ritenga un pinguino come lui".



Un orso, una tigre e un leone da oltre 15 anni, vivono come fratelli in Georgia/GUARDA


Baloo, Shere Khan e Leo: sono i nomi di un orso, una tigre e di un leone che vivono come fratelli da oltre 15 anni. I tre risiedono dal 2001 nel centro no profit per animali Noah's Ark Animal Sanctuary, in Georgia, quando vennero trovati nella casa di uno spacciatore di Atlanta. Da allora fanno tutto assieme: mangiano, dormono e giocano.




Australia: Koala assetato ferma ciclista e beve dalla borraccia/GUARDA


Nick Lothian, ciclista di Adelaide, si è fermato per bere durante una pedalata con alcuni amici, è stato avvicinato sulla strada da un piccolo koala assetato. Il marsupiale si è avvicinato alla comitiva, si è arrampicato sulla ruota anteriore della bici e si è servito dalla borraccia dell'uomo.
Il gruppo, intenerito dal gesto, ha accudito l'animale fino all'arrivo della guardia forestale della zona, che ha preso in custodia il marsupiale portandolo in una clinica veterinaria. Il piccolo, che è risultato avere un anno di età, ha passato la notte in ospedale, nutrito e idratato, e quindi è stato rimesso in libertà.




lunedì 17 ottobre 2016

ll leone marino autostoppista/VIDEO


Troppo dura la vita del leone marino? Ecco come alleggerire le sue fatiche: offrendogli un passaggio in barca. Siamo a Laguna Beach, in California: questo tenero leoncino di mare ha pensato bene di trasformarsi in "autostoppista" e scroccare un viaggio in gommone. E, visto che si trovava su, ne ha approfittato per godersi il sole. Il video, inutile dirlo, ha conquistato il web in poche ore.

video

Il cane rivede il suo papà umano dopo sei mesi di spedizione in Afghanistan/VIDEO



Dopo aver trascorso sei mesi in servizio in Afghanistan, il tenente Gary Daugherty è torna a casa.
Il suo cane "Un enorme labrador nero" che non si aspettava minimamente di rivedere il suo papa' in quel momento, era così sopraffatto dall'emozione che piangeva sul grembo del soldato.




venerdì 14 ottobre 2016

Cane poliziotto star di Instagram/GUARDA


Migliaia di persone seguono le sue gesta attraverso l'account del social network
Maximus è un pastore tedesco di due anni, carino come tanti suoi simili ma con una particolarità: è una star del web. Attraverso il suo profilo Instagram migliaia di persone seguono le gesta di questo quattro zampe che di professione fa il poliziotto. E' infatti un cane del reparto K9 della polizia di Stato del Vermont. E così tra un allenamento e l'altro il cane mostra le giornate tipo di un animale addestrato per rendere il mondo più sicuro. Si scoprono così anche i suoi momenti più divertenti.

maximus_vt_k9











Lieto fine per la piccola lontra orfana: ha una nuova casa/LEGGI


Quando è arrivata al "Monterey Bay Aquarium", in California, la piccola lontra aveva solo 4 settimane di vita. Era rimasta orfana ed è stata curata amorevolmente dai veterinari dell'acquario. Una volta raggiunte le 10 settimane, è stata trasferita allo "Shedd Aquarium" di Chicago. Ora pesa circa 5 chili, ma continua ad essere viziata dal team del parco acquatico.










Florida, tartaruga marina gigante impigliata in una rete: salvata/VIDEO


Ad accorgersi della testuggine in difficoltà sono stati gli agenti di Jacksonville. Con l'ausilio di un coltello sono riusciti a liberarla
Lieto fine per una tartaruga marina gigante che era rimasta impigliata in una rete usata per la pesca dei granchi. Ad accorgersi della testuggine in difficoltà sono stati gli agenti di Jacksonville, in Florida. Con la loro barca si sono avvicinati alla tartaruga e, con l'ausilio di un coltello, dopo alcuni minuti sono riusciti a liberarle il collo dalla rete. L'animale è così potuto tornare in mare aperto.



video

giovedì 13 ottobre 2016

Un mastino adotta uno scimpanzé/GUARDA


Un piccolo primate ,uno scimpanzé , 2 anni fa è stato rifiutato dalla madre naturale , e la guardiana di uno zoo, ha pensato bene di portarlo a casa sua .
Dopo poche ore, il cucciolo fu accolto nel branco, e il cane di famiglia, un mastino femmina che aveva da poco partorito, lo aveva adottato come nuovo cucciolo.
Lo scimpanzé mangia con la madre adottiva e gli altri cuccioli e condivide anche il loro letto. Alcuni esperti avevano dichiarato che i cani hanno paura delle scimmie, ma si sbagliavano. La guardiana e padrona, ha poi affermato che tutta la ” famiglia ” è completamente rilassata.